Lavabo sospeso o lavabo da appoggio?

Il lavabo è senza dubbio uno degli elementi protagonisti del bagno: è indispensabile per la nostra igiene, determinante per il design e l’estetica dell’ambiente circostante.

In commercio ne esistono davvero di tantissimi tipi: lavabi rettangolari, rotondi o quadrati, modelli classici o moderni, lavabi piccoli o di grandi dimensioni. La più grande differenza però la fa il tipo di installazione, che può essere da appoggio o sospesa.

In questo articolo vogliamo presentarti alcune delle caratteristiche principali di questi due modelli di lavabo.

Lavabi da appoggio
Per arredare il bagno con un lavabo di questo tipo, è indispensabile avere un piano da appoggio. Solitamente questa funzione viene svolta da un mobile da bagno, in altri casi da una semplice mensola.
Un lavabo da appoggio è un complemento d’arredo molto pratico; la parte del piano non occupata dal lavabo, infatti, può rivelarsi molto utile per collocare portaoggetti o altri accessori da bagno.

 

Lavabo da appoggio

Perfetto per chi ha molto spazio a disposizione, questo lavabo è consigliato anche per bagni piccoli: in questo caso, però, si dovrà scegliere un modello e una struttura da appoggio di dimensioni ridotte.

Lavabi sospesi
Rispetto a un lavabo su mobile, un lavabo sospeso dona al bagno un maggior senso di leggerezza grazie principalmente alla particolare struttura installata solo a parete. I lavabi sospesi sono caratterizzati da design molto originali: forme particolari abbinabili a qualsiasi stile, lavabi colorati perfetti sia per bagni classici che moderni.

 

Lavabo sospeso

I lavabi sospesi permettono una migliore organizzazione dello spazio: al di sotto il lavandino, infatti, possono essere inseriti dei cassetti o dei contenitori utilissimi per riporre oggetti, come asciugamani, saponi, ecc ecc.

Esiste un lavabo giusto per ogni bagno, un complemento d’arredo per ogni esigenza di spazio e un design adatto a ogni gusto estetico: sta a te creare il mix giusto!